sabato 13 Aprile 2024
Search
Close this search box.
Conference League
Rapid Vienna-Fiorentina
 1-0

Calma, ci sono ancora 90′ da giocare

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Ricominciano le critiche dopo il positivo esordio in campionato. Ci sta, il calcio è anche questo. Soprattutto a Firenze, città esigente che ha voglia di vincere. Ieri sera la Fiorentina ha giocato su un terreno ostico, contro una squadra modesta ma superiore in termini di condizione (per il Rapid era l’ottavo match ufficiale della stagione). In uno stadio gremito e popolato esclusivamente da tifosi biancoverdi, la partita è stata decisa da un episodio, la trattenuta di Mandragora sotto gli occhi dell’arbitro che ha sancito il rigore trasformato da Grull. Oltre a questo episodio, va detto, a onor di cronaca, che il Rapid Vienna è riuscito a imbastire un paio di azioni pericolose nel primo tempo, gli unici rischi corsi dalla Viola che, nella ripresa ha reagito ma non è riuscita a recuperare il risultato.

La Fiorentina si è trovata di fronte una formazione piuttosto solida dietro che, proprio grazie allo stato di forma dei suoi giocatori, è riuscita a creare maggiore densità non solo in difesa, dove all’occorrenza si schieravano 6-7 elementi in linea, ma anche a centrocampo. E per almeno tre quarti di gara sono stati capaci di rimanere corti e compatti. Noi, invece, siamo stati meno corti di sempre, forse per correggere quell’assetto troppo rischioso che in passato ci è costato caro. Diciamo che la Viola ha provato come sempre a fare la partita, non è stata capace di creare situazioni pericolose, però in difesa non è crollata. Senza quell’episodio sarebbe potuta finire zero a zero.

Qualcuno dirà che la squadra non si è rinforzata granché, che non riusciamo ad avere continuità, che l’approccio al match è sbagliato o che abbiamo sottovalutato l’avversario. Secondo me non è così: è che ci siamo preparati diversamente anche perché, fino a pochi giorni fa, non c’era la certezza di partecipare alla Conference. Ricordiamoci come fu impostata la scorsa stagione, con i nuovi acquisti arrivati nei primissimi giorni del ritiro, con l’obiettivo di partire forte in vista dello spareggio col Twente. Insomma, per me il bicchiere è mezzo pieno e sono convinto che giovedì, nel ritorno al Franchi, ce la possiamo fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo post
ViolaBlog è un blog totalmente indipendente su cui scrivono blogger tifosi della Fiorentina. Ideato da Pietro Moroni con la preziosa collaborazione di Stefano Amorosi, Francesco Samà, Alessandro TarducciRiccardo Sacchi, Alessandro Panzani, Francesco NoferiPierluigi Pardocchi, Filippo MoroniCaterina Roti, Niccolò Dugini e Luca Armentano.
Sostieni Viola Blog

Chiediamo un contributo a chi vorrà e potrà per sostenere il nostro blog.

Post recenti
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Serie A
32a giornata
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Conference League
Quarti di finale - andata
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Conference League
Viktoria Plzen-Fiorentina
 0-0
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Tempo di lettura: 3 minuti circa

I dati che raccogliamo (cookie) ci permettono di capire come utilizzi il nostro sito, quali informazioni ti potrebbero interessare e cosa possiamo migliorare per rendere più coinvolgente la tua esperienza di navigazione.

Possiamo raccogliere e utilizzare i dati per offrirti un'esperienza personalizzata?

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie ci permettono di contare le visite e le sorgenti di traffico per poter migliorare le prestazioni del nostro sito web.

Google Analytics
Monitoriamo gli accessi a questo sito con IP anonimizzato.
  • _ga
  • _ga_3LSN3JBGLJ

Rifiuta tutti i servizi
Salva
Accetta tutti i servizi