lunedì 26 Febbraio 2024
Search
Close this search box.

Il modello Atalanta

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Fino a pochi campionati fa l’Atalanta era una buona squadra di medio-bassa classifica e, quando affrontava la Fiorentina al Franchi, spesso il risultato era impietoso nei confronti della squadra orobica. È pur vero che la Dea ha sempre avuto una rete di squadre minori alleate (per esempio il Margine Coperta in Toscana) e da sempre ha forgiato giocatori che poi si sono affermati in altre squadre (Inzaghi, Pazzini, Montolivo, ecc…), però il salto di qualità che permette all’Atalanta di essere una delle più belle realtà del calcio europeo è con l’affermazione della presidenza Percassi.

Percassi, che è stato buon calciatore proprio nell’Atalanta, diventa a fine carriera imprenditore grazie a Benetton, con il quale avvia l’apertura di punti vendita di abbigliamento nell’Italia del nord e poi grazie a Ortega, proprietario di Zara, aprendo i primi grandi magazzini del brand spagnolo in Italia.

Successivamente diversifica le proprie attività interessandosi al settore immobiliare (è costruttore e proprietario di molti outlet in Italia e in Europa), al settore food e al settore della cosmetica (suo il marchio Kiko) e applica una gestione manageriale anche alla squadra di calcio di cui è proprietario.

Compra dal sindaco di Bergamo lo stadio, pagandolo 7 milioni di euro e investe 40 milioni nel miglioramento della struttura.

Il progetto tecnico della squadra si avvale di manager capaci come Zamagna e Sartori (ex calciatori, poco appariscenti e ciarlieri) mentre l’allenatore è Gasperini che ha un contratto lungo quasi fosse un trainer di squadra inglese.

I risultati sportivi sono assolutamente strepitosi: negli ultimi campionati l’Atalanta è stabilmente nelle coppe europee con una qualità e continuità di gioco assolutamente sorprendenti.

La proprietà italo-americana della Fiorentina, in termini di forza economica, non è certamente indietro all’Atalanta ed era giusto dare a Commisso il tempo necessario per ambientarsi in un mondo particolare e difficile come quello del calcio italiano.

Ora, dopo due anni sofferti, anche prendendo spunto dalle buone cose di altri, ci aspettiamo un cambio di passo importante.

Forza presidente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo post
ViolaBlog è un blog totalmente indipendente su cui scrivono blogger tifosi della Fiorentina. Ideato da Pietro Moroni con la preziosa collaborazione di Stefano Amorosi, Francesco Samà, Alessandro TarducciRiccardo Sacchi, Alessandro Panzani, Francesco NoferiPierluigi Pardocchi, Filippo MoroniCaterina Roti, Niccolò Dugini e Luca Armentano.
Sostieni Viola Blog

Chiediamo un contributo a chi vorrà e potrà per sostenere il nostro blog.

Post recenti
Serie A
Fiorentina-Lazio
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Serie A
Fiorentina-Lazio
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Serie A
26a giornata
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Conference League
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Serie A
Empoli-Fiorentina
 1-1
Tempo di lettura: 1 minuto circa

I dati che raccogliamo (cookie) ci permettono di capire come utilizzi il nostro sito, quali informazioni ti potrebbero interessare e cosa possiamo migliorare per rendere più coinvolgente la tua esperienza di navigazione.

Possiamo raccogliere e utilizzare i dati per offrirti un'esperienza personalizzata?

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie ci permettono di contare le visite e le sorgenti di traffico per poter migliorare le prestazioni del nostro sito web.

Google Analytics
Monitoriamo gli accessi a questo sito con IP anonimizzato.
  • _ga
  • _ga_3LSN3JBGLJ

Rifiuta tutti i servizi
Salva
Accetta tutti i servizi