sabato 24 Febbraio 2024
Search
Close this search box.

Mala tempora currunt (sed meliora parantur?)

Tempo di lettura: 2 minuti circa

Devo purtroppo confessare che, guardando Fiorentina-Atalanta, ho provato un vero imbarazzo. Ho visto una squadra da Champions, quale effettivamente è l’Atalanta, prendersi gioco dell’avversario come se giocasse la partita di allenamento infrasettimanale contro una squadretta di periferia. La Fiorentina nei primi 45 minuti è stata sopraffatta dall’intensità agonistica, dalla velocità di palla, dalla fisicità dei giocatori dell’Atalanta, superiori di gran lunga a quelli viola.

La Fiorentina che è uscita dal campo dopo la partita, non è una squadra viva, nonostante avesse raggiunto il pareggio; è una squadra completamente demolita e annientata dall’avversario, checché ne dicano Pradè e Iachini, le cui dichiarazione mi hanno creato un imbarazzo ancora più grande di quello che ho provato nel vedere la partita.

E questa volta non possiamo nemmeno recriminare sulla differenza di fatturato, sul costo dei giocatori, sul monte ingaggi, perché la Fiorentina su ognuno di questi punti ha numeri superiori all’Atalanta. E allora come mai questa differenza di rendimento?

Semplice: a Bergamo conoscono molto bene – a differenza che a Firenze – il significato della parola programmazione; per onestà intellettuale non sarebbe giusto imputare tutte le colpe all’attuale proprietà; questo decadimento è iniziato, infatti, nel 2016 in epoca Della Valle, una maledizione che si è abbattuta su Firenze e che non sembra, per il momento, volersene andare.

Ci sono prospettive per tempi migliori? Certamente sì. L’attuale proprietà è solida, determinata, basta vedere come si è mossa in maniera rapida e decisa per la realizzazione del centro sportivo; quindi basta usare la stessa determinazione nella gestione della squadra e i risultati dovrebbero arrivare; la Fiorentina non può, la prossima stagione, lottare per il quarto anno consecutivo per non retrocedere, questo non deve accadere. La giusta dimensione di Firenze è la quinta-sesta posizione in classifica, non lo dice un tifoso dalle aspettative esagerate, ma i numeri e la storia della società.

Mi auguro quindi che dietro le dichiarazioni di facciata del presidente ci sia in realtà la consapevolezza di dover affrontare già da oggi la rinascita viola, sapere su quale allenatore puntare, su quale direttore sportivo e che vi sia totale sintonia tra i due; avere ben presente su quali giocatori scommettere e su quali no; una società che vuole tornare grande fa di tutto per trattenere Vlahovic: di un giocatore di 21 anni, capace di segnare 15 gol in una squadra che non fa certo della creazione di azioni da gol la propria caratteristica, non e ne può fare a meno se si vuole crescere e non buttare quel poco di buono che siamo riusciti a produrre in questi due anni sciagurati.

Di un giocatore di 38 anni, invece, che costa oltre 4 milioni netti l’anno, tenuto conto che, nei soliti due anni, ha resto meno in termini di risultati calcistici rispetto a quanto ha guadagnato, se ne può fare tranquillamente a meno e investire quei soldi in progetti più a lungo termine; con tutto il rispetto che si deve al passato glorioso di un fuoriclasse come Ribery.

Questa la strada da tracciare per tornare a tempi migliori, speriamo che venga seguita e che non si insita nel percorrere quel sentiero irto e tortuoso che stiamo ancora oggi percorrendo, perché alla fine di quel sentiero c’è la Serie B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo post
ViolaBlog è un blog totalmente indipendente su cui scrivono blogger tifosi della Fiorentina. Ideato da Pietro Moroni con la preziosa collaborazione di Stefano Amorosi, Francesco Samà, Alessandro TarducciRiccardo Sacchi, Alessandro Panzani, Francesco NoferiPierluigi Pardocchi, Filippo MoroniCaterina Roti, Niccolò Dugini e Luca Armentano.
Sostieni Viola Blog

Chiediamo un contributo a chi vorrà e potrà per sostenere il nostro blog.

Post recenti
Conference League
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Serie A
26a giornata
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Serie A
Empoli-Fiorentina
 1-1
Tempo di lettura: 1 minuto circa
Tempo di lettura: 2 minuti circa
Serie A
Empoli-Firoentina
 1-1
Tempo di lettura: 2 minuti circa
Serie A
Empoli-Fiorentina
 1-1
Tempo di lettura: 1 minuto circa

I dati che raccogliamo (cookie) ci permettono di capire come utilizzi il nostro sito, quali informazioni ti potrebbero interessare e cosa possiamo migliorare per rendere più coinvolgente la tua esperienza di navigazione.

Possiamo raccogliere e utilizzare i dati per offrirti un'esperienza personalizzata?

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie ci permettono di contare le visite e le sorgenti di traffico per poter migliorare le prestazioni del nostro sito web.

Google Analytics
Monitoriamo gli accessi a questo sito con IP anonimizzato.
  • _ga
  • _ga_3LSN3JBGLJ

Rifiuta tutti i servizi
Salva
Accetta tutti i servizi