Non disturbare il conducente.

Pubblicità

Domenica c’è i Napoli, ma questa settimana si è parlato poco di campo. Come era prevedibile, e come sempre accade, le parole del Presidente su Vlahovic, hanno monopolizzato l’attenzione mediatica del pianeta Fiorentina.

Firenze come sempre si è divisa su chi appoggia in pieno le parole di Rocco e su chi invece le ha giudicate poco opportune alla viglia di un importante partita e foriere di non auspicabili ripercussioni negative all’interno dello spogliatoio. I primi chiedono a gran voce, in maniera forse un pò troppo sprovveduta, l’immediato allattamento del giocatore: tribuna e cessione al mercato di Gennaio, i secondi sono più laici e vorrebbero vedere il Serbo segnare ancora indipendentemente da tutto.

L’attuale stallo sulla posizione contrattuale di Vlahovic è figlia di due grossi errori commessi dalla dirigenza nella scorsa stagione nella gestione del calciatore: quando la Fiorentina ha deciso di fare all in su Vlahovic in un momento storico in cui il giocatore era in grande difficoltà, dandogli la maglia da titolare , allora avrebbe dovuto concretezza l’all in con un prolungamento del contratto cosa che purtroppo non è accaduta; il secondo errore è una conseguenza del primo dal momento infatti che il giocatore è, per nostra fortuna esploso, ma senza la firma di un nuovo contratto , la società avrebbe dovuto tutelarsi con l’acquisto di un attaccante che lo potesse anche sostituire, avendo cosi una maggiore potere contrattuale che allo stato è invece pari a zero .

Niente di tutto ciò è stato fatto e la conseguenza è che adesso il potere contrattuale è tutto in mano al giocatore ed al suo procuratore. In realtà bisogna essere onesti fino in fondo; non è una peculiarità solo della Fiorentina, ci sono tanti giocatori anche di squadre attualmente più ambiziose della Fiorentina che si trovano nella stessa condizione : basti pensare al Milan con Donnarumma e Kessie, la Juventus con Dybala ; il Napoli icon Insigne ed non ultimo il Borussia Dortumund con Halland, tutte nella stessa situazione della Fiorentina.

Che fare quindi ? La situazione non è semplice, l’unica cosa però che dobbiamo evitare è quella di danneggiare una squadra che ad oggi sembra aver trovato una proprio identità e forza. Quindi lasciamo le questioni contrattuali da parte evitiamo di parlare di mercato e di probabili e meno probabili sostituti del serbo e concentriamoci sul campo . Per quanto mi riguarda, dal momento che dalla eventuale cessione di Vlahovic a me come tifose non entrerebbe un euro in tasca, mi auguro che resti il più possibile alla Fiorentina e che in questo periodo contribuisca a far raggiungere alla squadra risultati sportivi che ormai mancano da molto tempo .

Godiamoci anche solo per due anni, e senza troppe polemiche, un giocatore che se fosse sul mercato la Fiorentina non si poterebbe permettere, perderlo a zero sarebbe un bagno di sangue dal punto di vista economico ? Non completamente : alle fine del contratto, avremmo utilizzato un top player avendolo pagato praticamente niente, pensiamo a cosa sarebbe costato in termini di cartellino e stipendio un giocatore di questo calibro. Con la speranza che in questo in due anni ci faccia raggiungere risultati cosi prestigiosi da riportare la Fiorentina non solo in Europa, ma anche nel novero di quelle società ambite da i giocatori di prima fascia, sarà cosi più facile sostituirlo e chissà che alla fine poi le vittorie siano capaci di fare quello che le parole e le trattivi oggi sembrano essere incapaci di fare.

Evitiamo di farci del male, Vlahovic deve giocare segnare farci vincere, i giocatori simbolo e gli aspetti romantici del rapporto giocatore tifosi città ormai non fanno parte più di questo calci , sfruttiamo gli aspetti postivi della vicenda senza pensare troppo ad altro , sperando che forse un giorno la Fiorentina sarà capace di trattenere più a lungo i suoi campioni.

Pubblicità
Condividi
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati che raccogliamo (cookie) ci permettono di capire come utilizzi il nostro sito, quali informazioni ti potrebbero interessare e cosa possiamo migliorare per rendere più coinvolgente la tua esperienza di navigazione.

Possiamo raccogliere e utilizzare i dati per offrirti un'esperienza personalizzata?

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookie. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie ci permettono di contare le visite e le sorgenti di traffico per poter migliorare le prestazioni del nostro sito web.

Monitoriamo gli accessi a questo sito.
  • _gtag

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi